Per ciascuna tappa della Lunga Marcia sarà possibile pernottare in tenda oppure su un letto in strutture di accoglienza di vario tipo (B&B, alberghi, rifugi, camping, ecc.): il modulo di iscrizione consente di indicare la preferenza per il pernottamento tappa per tappa, perciò potrete scegliere di stare sempre in tenda, sempre su letto o anche di alternare le soluzioni in base alle tappe.

Stiamo cercando di prenotare un buon numero di posti letto per ogni tappa, ma in caso di disponibilità ridotta l’assegnazione avverrà in ordine di data di iscrizione (restando comunque possibili accordi/scambi successivi sul momento per i marciatori che abbiano prenotato un posto letto e magari una notte vogliano cederlo a qualcuno che in una data tappa possa averne maggiore bisogno. Ricordate in ogni caso che ogni richiesta di pernottamento su letto equivale a una prenotazione alberghiera effettuata, peraltro in alta stagione, e che disdette all’ultimo momento possono metterci in difficoltà con i gestori delle strutture di accoglienza).

Data la natura di questa marcia e la variabilità delle strutture disponibili di tappa in tappa, richiediamo a tutti un grande spirito di adattamento.

In ogni caso si raccomanda di portare con sé tutto il necessario per l’igiene personale (detergenti e asciugamani) e tenda, sacco a pelo e materassino su cui posizionare il sacco a pelo per dormire più comodi. Consigliamo anche lenzuola o, molto più leggero e compatto, un sacco lenzuolo da inserire nel sacco a pelo o per i pernottamenti nelle strutture che non dovessero avere biancheria per tutti i partecipanti.

Poiché sarà sicuramente a disposizione almeno un veicolo di assistenza, si potranno caricare su quest’ultimo le tende, i sacchi a pelo e tutto quanto non necessario durante le escursioni… fermo restando che la regola d’oro nella preparazione del bagaglio di ogni marciatore è sempre limitarsi allo stretto necessario: uno zaino da ca. 40 litri di volume consente in genere di portare il necessario per il cambio di una settimana.
Per le ore di cammino si può anche portare uno zaino più piccolo, lasciando sul furgoncino tutto ciò che occorrerà solo una volta giunti a a fine tappa.

Attrezzatura raccomandata:

  • Tenda da campeggio
  • Sacco a pelo
  • Materassino da campeggio (ce ne sono di molti tipi, ma una scelta economica è confortevole è il materassino gonfiabile con pompa elettrica ricaricabile)
  • Sacco lenzuolo
  • Bagaglio da 40-50 litri da lasciare sul furgoncino (consigliamo zaino o borsone, morbido e comprimibile, per ottimizzare il lavoro dell’autista che dovrà caricare e scaricare il mezzo ogni giorno; sconsigliamo valigie soprattutto se grandi e pesanti)
  • Zaino da indossare nelle escursioni + coprizaino in caso di pioggia
  • Sacchetti di plastica per proteggere i vestiti nello zaino ed evitare che si bagnino in caso di pioggia (il coprizaino non tiene sempre al 100%)
  • Asciugamano sportivo in microfibra (più leggero)
  • Scarpe da trekking a collo alto e con suola in Vibram + eventualmente scarpe più basse/leggere per i tratti meno impegnativi
  • 2-3 magliette leggere
  • 2-3 pantaloni da trekking leggeri (i jeans si inzuppano in caso di pioggia!)
  • 2-3 paia di calzettoni da trekking
  • Giacca a vento (con funzione di guscio: deve riparare dal vento e dal freddo, non imbottita)
  • Giacca antipioggia o poncho
  • Felpa o pile per la sera
  • Un paio di sandali da trekking (tipo Teva)
  • Bastoncini telescopici (utili per affaticare meno le gambe, proteggere le ginocchia in discesa e migliorare l’equilibrio su terreni dissestati)
  • Cappello da sole
  • Occhiali da sole
  • Borraccia (eventualmente con sali minerali da sciogliere nell’acqua per reintegrare quanto perso con la sudorazione)
  • Prodotti per igiene personale (suggerimento: con un buon sapone di marsiglia solido per il corpo si possono lavare anche i panni)
  • Crema solare
  • Carta igienica
  • Kit primo soccorso: cerotti/Compeed per eventuali vesciche; bende; disinfettante; rotolo nastro adesivo
  • Tappi per le orecchie (non si sa mai…)
  • Mini torcia per muoversi di notte senza svegliare gli altri
  • Spille da balia e mollette, utili per “stendere i panni” anche sullo zaino durante il cammino
  • Sacchetti per raccogliere i rifiuti del pranzo (e quelli trovati in giro lungo la strada)

Da NON portare:
Scarpe da trekking che non vengono utilizzate da molto tempo (anni): le suole si apriranno al 100% dopo 4-5 ore di cammino!
Non ci credete? Ecco una prova fotografica della Lunga Marcia 2013… 🙂
IMG_20130601_152810